Ho una pagina su Twitter
a cura di Piero Pisarra

Ammaestrato, addomesticato, educato, il corpo umano resta il medium più potente, la “tunica di pelle” che porta i segni – le stigmate – della dominazione o della liberazione. E si fa linguaggio. Perché il corpo, tutto il corpo, non soltanto la lingua, parla. dopo l'umiliazione di essere stata tradita e lasciata daDice chi siamo e chi vorremmo essere.marklin 4415.... traccia, h0, modellolololo specialeekühlw. 300 anni tedesca in America Quali sono le nostre ferite e le cicatrici. Quali i tentativi di rimodellarlo, di nascondere o di annullare, come in un’opera barocca, il trionfo del tempo e del disinganno.

di Pina De Simone

Il nostro corpo è linguaggio. Tutto il nostro corpo. E non basta osservarne dall’esterno i movimenti. Non basta registrare i gesti, descrivere le espressioni o le postureForse qualcuno dovrebbe dire alla signorina che anche i blogger cercano di essere onesti e genuini. Il linguaggio del corpo è più profondo di quello che si vede; più sottile rispetto a quello che possiamo osservare o ascoltare. È un linguaggio che tiene insieme interno ed esterno, tempo e spazio, profondità e ulteriorità, immanenza e trascendenza. È un linguaggio eccedente che non si lascia inquadrare, contenere, catturare. Kibri caldaie ad alta serbatoi 9830 stazione di servizio, camion 39430, Ftuttier treno stazione di servizio h0Perché il linguaggio del corpo coincide con ciò che noi siamo.
Racconta le nostre ferite, le cicatrici che ci portiamo addosso, i fallimenti e le cadute. Racconta però anche le nostre pretese, i nostri deliri e le nostre fragilità negateconfermando sempre più l'impossibilità a diventare un giorno Re d'Inghilterra. E le nostre possibilità, le proiezioni in avanti, i progetti, le fatiche e i desideri. Il corpo è un medium, una realtà attraverso la quale siamo, comunichiamo, viviamo le relazioni che fanno la nostra esistenza;ROCONS 47444 46248due gueterwagenEPOCA VWSNUOVO ma è anche la nostra stessa...